News
stampa

News dal Libano

Due appelli per chiedere aiuto

Parole chiave: puccini (8), libano (48)
Padre Damiano ci scrive

All’inizio di agosto si è celebrato il terzo anniversario dell’esplosione del porto di Beirut. A distanza di 3 anni da quell’evento, la situazione del Libano non solo non è migliorata, ma è ulteriormente peggiorata sotto il peso della devastante situazione finanziaria e del vuoto istituzionale. Inoltre si stima che nel paese vivano circa 2 milioni di rifugiati siriani, di cui il 90 per cento in condizioni di estrema povertà, la metà dei quali sono minori.

La crisi economica in Libano è esplosa in tutta la sua drammaticità nel 2019, peggiorata poi dalla pandemia Covid-19 e dalle conseguenze della guerra in Ucraina. Da allora, la sterlina libanese ha perso oltre il 98 per cento del suo valore e l’inflazione ha raggiunto il 269 per cento con quella per i prodotti alimentari di prima necessità che si attesta al 350 per cento. Secondo le stime, almeno l’80 per cento della popolazione libanese vive attualmente sotto la soglia di povertà, subendo le carenze di cibo e carburante così come la carenza di elettricità. Per fare un esempio degli aumenti vertiginosi dei prezzi: un chilo di yogurt, che quattro anni fa si pagava 20.000 lire libanesi, ieri ne costava 540.000.

Aumentano i tentativi di immigrazione verso l’Europa e anche le rapine a mano armata soprattutto contro le banche. Circa 20.000 persone, tra cui circa 12.000 bambini, sono state costrette a lasciare le loro case durante cinque giorni di violenza nel più grande campo profughi del Libano, con molti bambini che mostrano segni di angoscia e ansia.

La nostra associazione “Oui pour la Vie” continua ancora con la “cucina” di Damour, l’ambulatorio per i test sanitari e per AIDS – droga e alcool, il centro di ascolto per le medicine e la scuola per bisognosi di ogni appartenenza religiosa e provenienza.
Si chiedono sempre aiuti e pubblicità.

21939c55f79dc5c2184a0bbe38d9586078a7893ca88e2552274d74d3fe852bef

Una nostra volontaria cristiana, insegnante, è stata invitata a cena dai genitori di alcuni suoi alunni musulmani, che in questo modo hanno voluto esprimerle tutta la gratitudine e l’apprezzamento per il lavoro educativo svolto a vantaggio dei loro figli, nonostante lo stipendio statale di 100 dollari al mese e i lunghi periodi di sciopero. 

Questa nostra insegnante non ha mai smesso di organizzare iniziative per tenere impegnati gli alunni come ad esempio recite teatrali, giardinaggio nel giardino della scuola, contatti telefonici con i ragazzi affinché’ continuassero a studiare, feste a scuola per diverse ricorrenze religiose, per i diversi gruppi, e familiari come i compleanni. Lei ha organizzato anche la festa di fine anno scolastico, prima che si sapessero i risultati finali, per incoraggiare anche chi non ha superato gli esami. 

La mamma di uno degli alunni musulmani le ha scritto: “Non so chi tu sia, o da dove tu venga, ma ci hai fatto bene al cuore”.

 

APPELLO 1

Nagham Aoun, di 36 anni, madre di 2 bambini e sorella di una nostra volontaria, da 3 anni è affetta da un grave tumore. È una nostra grande collaboratrice, insegnante di scuola materna, particolarmente apprezzata da tutti per la sua sensibilità e tenerezza.  

Ogni ciclo di chemio costa almeno 1000 dollari, ai quali si aggiungono spese di degenza, esami clinici e visite specialistiche per ulteriori migliaia di dollari al mese. Nagham affronta tutto con grande cuore, offrendo sempre a Dio tutte le sofferenze per la sua famiglia e per Oui pour la Vie.

APPELLO 2

Vorremmo acquistare un appartamento nella zona poverissima di Beirut, come punto di riferimento per cibo, medicine e assistenza malati AIDS.

 

Si chiede sempre a tutti di sostenerci e di sensibilizzare per le nostre necessità.

 

Per testimonianze in Italia tel 333/5473721 pdamianolibano@gmail.comPer inviare offerte: Bonifico sul conto: Oui pour la Vie, presso Unicredit Cascina (PI). IBAN: IT94Q0200870951000105404518; (BIC-Swift: UNCRITM1G05 se richiesto). Indicate nella causale del bonifico il vostro email / telefono cell e avvisateci dell’offerta scrivendo a info@ouipourlavielb.com. Grazie.
P. Damiano Puccini.

Padre Damiano ci scrive
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento