News
stampa

In Brasile nel 2013 il miracolo che lo ha portato sugli altari

Carlo Acutis oggi beato

Il rito di beatificazione del quindicenne morto nel 2006 presieduto dal cardinale Vallini. Una vita trasformata dalla grazia di Dio

Parole chiave: carlo acutis (4)
La santità è giovinezza

Era la mattina del 12 ottobre 2006 quando all’ospedale San Gerardo di Monza si spegneva per una leucemia fulminante – leucemia mieloide acuta M3 – un quindicenne milanese di nome Carlo Acutis. Una morte di quelle che lasciano straziati i familiari – Carlo era anche figlio unico – e storditi amici e conoscenti, per l’età e la velocità degli accadimenti, intercorsero pochissimi giorni tra la diagnosi e il decesso.

Sarebbe potuto rimanere un evento luttuoso come altri, unico per i parenti stretti, vivo nella memoria di tanti ma sconosciuto ai più. Quattordici anni dopo, invece, un soffio per i tempi ecclesiali, Carlo Acutis viene proclamato dalla Chiesa beato. Beatificazione che tecnicamente è un giudizio preliminare sulla strada della canonizzazione, un giudizio con il quale il Papa autorizza il culto pubblico della persona limitato ad un ambiente particolare. Ma che è un’elevazione della persona a modello di vita cristiana per tutti, un portarla sugli altari appunto, insieme a un riconoscimento della sua presenza in Paradiso e della capacità di intercedere per noi presso Dio.

La Messa con il rito di beatificazione sarà celebrata oggi alle 16.30 ad Assisi, nella Basilica superiore di San Francesco, e verrà presieduta dal cardinale Agostino Vallini, legato pontificio per le Basiliche di San Francesco e di Santa Maria degli Angeli.
– la famiglia ha un’abitazione in loco e il ragazzo aveva maturato un legame speciale con la culla del francescanesimo – mentre oggi le sue spoglie sono esposte alla venerazione dei fedeli nel Santuario della Spogliazione, dove sono state traslate lo scorso anno.

continua su https://www.avvenire.it/chiesa/pagine/acutis-santita-e-giovinezza

Fonte: Avvenire
La santità è giovinezza
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento