News
stampa

Al Senato

Il problema non è quante famiglie ci rimetteranno rispetto ai sostegni già previsti, ma quante risorse aggiuntive andranno stanziate per una vera svolta

Parole chiave: assegno unico (5)
Assegno unico, oggi sì finale alla legge

Oggi, dunque, è il giorno dell’Assegno unico e universale: al Senato viene votata in via definitiva la legge delega per la nascita di uno strumento unico di sostegno economico, corrisposto a tutte le famiglie con figli a carico. Importi precisi e modulazione sono ancora da definire, ma la misura andrà a tutti i figli dal settimo mese di gravidanza al 21esimo anno di età. Sostituirà assegni familiari attuali, detrazioni figli a carico, bonus bebè... e altri sostegni economici per la prole, e partirà dal primo luglio. La Legge di Bilancio ha stanziato 6 miliardi in più rispetto ai 15 oggi spesi per tutte le misure per i figli a carico

Ma con il nuovo Assegno qualcuno perderà rispetto a ora? Il tema continua a far discutere, e la risposta è molto semplice: no. Questo perché è previsto venga introdotta una clausola di salvaguardia contro tale eventualità. La clausola era stata tolta dalla delega su richiesta del Ministero dell’Economia e delle Finanze, per una questione procedurale legata alle coperture nella Legge di Bilancio 2021, ma ieri l’onorevole Stefano Lepri, firmatario con Delrio della delega, ha chiarito che «verrà inserita nei decreti o in fase attuativa: con ulteriori 800 milioni, oltre ai 20 miliardi di già stanziati, nessuno ci perderà».

continua su https://www.avvenire.it/attualita/pagine/assegno-unico-verso-voto-finale

Fonte: Avvenire
Assegno unico, oggi sì finale alla legge
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento