Diocesi
stampa

Conclusa l'esperienza di quest'anno dell'oratorio estivo in Vescovado

Un'annata molto bella quella del 2022

Parole chiave: ligrest (11), oratorio (46), vescovado (2)
Li-grest 2022: Lasciate che i bambini vengano a me

E' appena finita la seconda settimana dell'oratorio cittadino nel chiostro del vescovado LI-GREST. Tanti si sono chiesti " perché questo nome strano?". LI- come Livorno e GREST proviene da "gruppo estivo": è stato il primo oratorio cittadino della diocesi di Livorno ad essere svolto direttamente in vescovado, ospiti del nostro vescovo Simone!

Il LI-GREST nacque nel 2020 in piena pandemia seguendo tutte le normative legislative del caso, un oratorio che seguiva il progetto CEI #apertoperferie, un oratorio ad isole collegato con le altre parrocchie. Oggi il LI-GREST, in collaborazione con la Fondazione Caritas e con altre parrocchie della città, in particolare la parrocchia Sant'Andrea Apostolo è diventato un vero e proprio progetto educativo e sociale. Riconosciuto dal Comune di Livorno, siamo entrati nelle liste di accoglienza dei bambini seguiti dagli assistenti sociali e stiamo progettando una permanenza più lunga per il prossimo anno, proprio per dare continuità educativa a questi bambini. L'oratorio cittadino quest'anno ha accolto ragazzi da varie parrocchie: da San Pio X, da San Matteo, dalla Madonna, dal Soccorso arrivati sia per passa parola, che indirizzati dalle catechiste e dai parroci. Un oratorio in evoluzione che sta diventando sempre più professionale, costituito da uno staff di educatori, da un gruppo di animatori parrocchiali e da un gruppo di animatori che provengono dalle scuole e che fanno questa esperienza sia per crescere in un ambiente sano, sia  per la curricolare scolastica. Presto in accordo con l'Ufficio scuola apriremo regolarmente le Convenzioni con gli istituti e i licei per offrire non solo un'esperienza estiva, ma un'esperienza tutto l'anno.

Quest'anno i partecipanti al LI-GREST sono stati circa 50 tra cui: bambini dai 5 ai 12 anni; ragazzi dai 13 ai 14 anni che, preparati con brevi incontri sull'essere animatore, hanno iniziato l'esperienza di aiuto-animatore. la giornata era così suddivisa: accoglienza con triage dalle 8.00 alle 9.00; attività motoria con bans e movimento; preghiera e la storia; merenda mattutina; laboratorio; pranzo a cura della Caritas; gioco libero; merenda; giocone pomeridiano. I laboratori sono cambiati, sono stati fatti a tema: laboratorio di creatività; laboratorio di educazione visiva; laboratorio  teatrale; laboratorio di scenografia; laboratorio di art-attack.

Il tema dell'oratorio è stato "Lasciate che i bambini vengano a me" e questo lo abbiamo provato con i nostri occhi durante la messa celebrata da don Rosario nel chiostro del vescovado. D'accordo con la richiesta di don Rosario, abbiamo offerto un'esperienza forte: l'Adorazione Eucaristica. E' stata una mattina straordinaria: l'adorazione è stata guidata da don Rosario finché ad un certo punto è stato chiesto ai bambini di andare ad esprimere i propri sentimenti al Santissimo...e sorpresa! In molti si sono alzati e felici si sono avvicinati a Gesù Eucarestia. Non bisogna mai avere paura di offrire esperienze belle come queste ai bambini, perché il Signore sa parlare al loro cuore puro.

Per quanto riguarda la storia ci siamo concentrati, partendo dalla conoscenza personale di ogni ragazzo delle versioni cinematografiche, sui supereroi ed i loro alleati, tanto in voga tra i giovani in questi anni. Dopo aver identificato i lineamenti di un vero supereroe, che vanno oltre ai poteri straordinari e sovrannaturali, ci siamo concentrati su un supereroe reale: Gesù, con il superpotere dell’Amore che perdona, e su come poter essere un suo degno alleato. Ogni momento iniziava con i ragazzi in circolo ed un segno di croce per concludersi, dopo un ‘talk show’ animato dai partecipanti e mediato da un educatore, si concludeva identificando un lineamento di Gesù, supereroe.

I bambini sono stati divisi in 4 gruppi identificati da 4 supereroi. Il pomeriggio si sono sfidati con i gioconi: caccia al tesoro, palla avvelenata, giochi senza frontiere, giochi di acqua, ruba bandiera figurato e altri. La prima settimana i bambini hanno visto il film d’animazione di Spiderman e la seconda settimana si sono scatenati con la just dance. Altra sorpresa per l'ultimo giorno? Festa finale con pizza, torta e soprattutto il loro spettacolino con balletti e scenografie realizzate durante i laboratori. Questo è solo l'inizio, vediamo in futuro se faremo anche un laboratorio di canto e fare una grande festa finale con i genitori!Un'annata molto bella quella del 2022, ricca di pace, armonia, collaborazione, affetto. Si sono create molte amicizie, il gruppo degli animatori si è coeso, c'è la volontà di stare di nuovo insieme e soprattutto si sentiva la felicità di donarsi, dal più grande al più piccolo, nessuno escluso. Vogliamo ringraziare il vescovo per la continuità del progetto, gli addetti di Curia che ci hanno accolto col sorriso, gli operatori diocesani e della Caritas e soprattutto don Simone Barbieri che ci ha messo a disposizione la cucina per preparare merende sane ed eliminare tutte quelle merendine confezionate e la mamma di Carmine che ci ha donato ogni mattina la schiacciata per la merenda mattutina. Guarda le foto e i video de Li-gresthttps://photos.app.goo.gl/mApfZckjHuvU2XMJ8

Li-grest 2022: Lasciate che i bambini vengano a me
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento