News
stampa

Un bel film per famiglie, forte e tenero al tempo stesso, che nasce dal best seller di Giacomo Mazzariol, storia vera ed autobiografica di una famiglia di Castelfranco Veneto

Il film

Presentato “Mio fratello rincorre i dinosauri” con Alessandro Gassmann e Isabella Ragonese. L'attore: «È una storia che mi piace perché utilizza la commedia per toccare argomenti importanti»

Parole chiave: sindrome down (2), film (79)
Una commedia che fa riflettere

«È una storia che mi piace perché utilizza la commedia per toccare argomenti importanti, che parla di comunicazione, di vergogna e presenta una famiglia che con la nascita di Giò è costretta ad ascoltarsi di più. Credo che se ci fossero più famiglie Massariol il nostro Paese sarebbe un Paese migliore». L’ha detto Alessandro Gassmann protagonista di Mio fratello rincorre i dinosauri del regista esordiente Stefano Cipani presentato all’interno delle Giornate degli autori, in concomitanza con la 76esima Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia e in uscita giovedì in 250 copie.

Finalmente un bel film per famiglie, forte e tenero al tempo stesso, che nasce dal best seller di Giacomo Mazzariol, storia vera ed autobiografica di una famiglia di Castelfranco Veneto alla prese con l’arrivo di un fratello con la sindrome di Down. Alessandro Gassmann e Isabella Ragonese sono il padre e la madre di Jack, un tredicenne che ha sempre desiderato un fratello maschio con cui giocare e quando nasce Giò, i suoi genitori gli raccontano che è un bambino speciale.

Da quel momento Giò, nel suo immaginario diventa un supereroe dotato di poteri incredibili, ma quando cresce e scopre che invece il fratellino soffre della sindrome di Down, questo diventa per lui motivo di vergogna da nascondere alla fidanzatina e ai compagni di scuola. Fino a che la travolgente vitalità di Giò riuscirà a coinvolgerlo e a fargli cambiare il punto di vista, proprio come un supereroe.
«Siamo tutti meravigliosamente diversi - ha continuato Gassmann - e in una società dove la disabilità, ma anche qualsiasi altra diversità, è vissuta con un certo malessere, chiusura, paura se non addirittura aggressività questo film aiuta molto, utilizzando la commedia che è secondo me l’arma più potente del cinema».

continua a leggere su https://www.avvenire.it/agora/pagine/venezia-2019-alessandro-gassmann-sindrome-di-down-mio-fratello-rincorre-i-dinosauri

Fonte: Avvenire
Una commedia che fa riflettere
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento