News
stampa

Il Papa: è guerra dappertutto. Chiediamo pace per Ucraina, Terra Santa e Myanmar

Francesco, a fine udienza generale in Piazza San Pietro, rivolge un pensiero ai "fratelli e sorelle" che "soffrono tanto" a causa dei conflitti: "Non dimentichiamoli"

Parole chiave: papa francesco (170), udienza (19)
Che il Signore ci dia la pace

Non manca anche oggi, come in ogni udienza generale del mercoledì, una espressione di dolore da parte del Papa per i territori feriti dalla ferocia dei conflitti e il loro carico di morti e violenze: Ucraina, Palestina, Israele, e a questi Francesco aggiunge anche il Myanmar, dove si consuma la tragedia della minoranza Rohingya.

Un pensiero per Ucraina e Terra Santa

Al momento dei saluti in lingua italiana, distaccandosi dal testo scritto e rivolgendosi alle migliaia di fedeli in Piazza San Pietro, con il sottofondo del rumore del vento, il Papa scandisce il suo appello:  

Il mio pensiero va alla martoriata Ucraina e alla Palestina e Israele

La supplica del Pontefice giunge mentre in Ucraina non si fermano attacchi di droni e cresce il numero di civili e soldati morti. Da Gaza, invece, è di poche ore fa la notizia di un raid aereo israeliano che ha colpito in serata un’abitazione nel centro della Striscia, nella città di Zawaida, uccidendo almeno 11 persone, tra cui sette donne e quattro bambini. Filmati di agenzie internazionali hanno mostrato un uomo che trasportava il corpo senza vita di una bambina e lo deponeva insieme ai corpi di altri piccoli morti sul pavimento dell’ospedale principale della vicina Deir al-Balah.

continua https://www.vaticannews.va/it/papa/news/2024-04/papa-appelli-guerra-ucraina-terra-santa-myanamar-pace.html

Fonte: Radio Vaticana
Che il Signore ci dia la pace
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento