Parrocchie
stampa

Una preghiera comunitaria per la popolazione ucraina

Alla parrocchia di San Ranieri

Parole chiave: parrocchia san ranieri (3), ucraina (51)
I bisogni e le necessità urgenti

Nei giorni scorsi, nella chiesa parrocchiale di Guasticce , la comunità ha organizzato una preghiera comunitaria per la popolazione ucraina. All’orazione erano presenti alcune donne ucraine, che risiedono a Guasticce svolgendo l’attività di badanti, alcuni fedeli della parrocchia e un gruppo di bambini che frequentano il catechismo.

La funzione è stata modellata su un’iniziativa di preghiera che si è svolta un mese fa con l’Associazione Pax Christi che consisteva in una lettura biblica, una preghiera di San Giovanni Paolo II° e una preghiera alla Madonna. Durante la preghiera il parroco, don Ramon Guidetti, ha chiesto ad una delle donne ucraine di accendere come segno della pace, il Cero Pasquale che rappresenta il Cristo risorto e la vittoria della Vita sulla Morte e del Bene sul Male. Infine è stata recitata la preghiera del Padre Nostro in lingua italiana e in lingua ucraina.

 

INIZIATIVA DI CARITÀ
Alla fine della preghiera è stata comunicata l’attivazione di una raccolta coordinata da una delle signore ucraine e dalla Caritas parrocchiale. A tal fine è stata creata una chat su WhatsApp, per tenere aggiornati i partecipanti e orientarli sul tipo di bisogni e aiuti maggiormente richiesti. Al momento i generi più necessari sono: coperte, sacchi a pelo, torce, candele, prodotti sanitari di primo soccorso, prodotti per l’igiene personale, alimenti a lunga conservazione, latte per bambini e acqua.

Per essere inseriti nella chat, ricevere ulteriori informazioni e donare il materiale rivolgersi al parroco, don Ramon Guidetti.

Fonte: Collenews

I bisogni e le necessità urgenti
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento