News
stampa

L'inquietante fotografia dei fuochi attivi nel pianeta, scattata dall’autorevole Fire information for resource management system, il centro dati della Nasa

Allarme ambiente

Il cambiamento climatico crea un circolo vizioso. L’aumento delle temperature e la siccità rendono più difficile controllare le fiamme, che, a loro volta, producono emissioni

Parole chiave: ambiente (2)
Non c'è solo l'Amazzonia: il mondo brucia il suo futuro

In primo piano, ci sono le sagome dei cinque Continenti. Insieme ai colori tradizionali – verde per le aree boschive, marrone per le montagne, azzurro per i mari – sulla mappa spiccano inquietanti pennellate rosse. Si tratta, a ben vedere, di puntini, tanto vicini da formare strisce di colore estese lungo ampie porzioni di America Latina, Africa, Artico, Sud-est asiatico. È la fotografia dei fuochi attivi nel pianeta, scattata dall’autorevole Fire information for resource management system, il centro dati della Nasa.

L’immagine, diffusa la settimana scorsa, ha prodotto forte impatto nell’opinione pubblica internazionale, ancora scossa dall’emergenza roghi in Amazzonia poiché ha mostrato con inconfutabile evidenza quanto gli scienziati sostengono da tempo: gli oltre 40mila fuochi attivi solo nella porzione brasiliana di foresta sono, purtroppo, solo la punta dell’iceberg. Gli incendi di per se non sono una novità: secondo la Fao, ogni anno brucia tra il 3 e il 4 per cento della superficie terrestre. La loro intensità e potenziale distruttivo, molto più elevato costituiscono, però, un inedito.

La ragione è il cambiamento climatico: se quest’ultimo non ci fosse – afferma John Abatzoglou, dell’Università dell’Idaho – i fuochi della California, di fatto ciclici, avrebbero una potenza minore di 500 volte. 

continua su https://www.avvenire.it/mondo/pagine/non-solo-amazzonia-il-mondo-brucia-il-futuro

Fonte: Avvenire
Non c'è solo l'Amazzonia: il mondo brucia il suo futuro
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento