News
stampa

Aiutiamo le nuove generazioni a tenere saldo il presente

Riprendendo il documento della CEI "Educare, infinito presente. La Pastorale della Chiesa per la Scuola"

Parole chiave: scuola (103), maestri cattolici (1)
Il comunicato dell'AIMC

Il Consiglio regionale della Toscana dell’Associazione Italiana Maestri Cattolici riunitosi a luglio, ha affrontato le questioni che hanno accompagnato Docenti e Dirigenti in questo particolare e complicato anno scolastico. Ne è scaturita una riflessione che l'Associazione ha voluto condividere con la Chiesa toscana e non solo. Ecco il documento

Il Consiglio Regionale Toscano dell’Associazione Italiana Maestri Cattolici, al termine di questo anno scolastico

- intende sottolineare la fatica, con la quale il personale scolastico ha sostenuto questo momento di difficoltà sociale ed umana ponendosi correttamente “a servizio”, oltre e prima ancora che “in servizio”, dei propri alunni e delle loro famiglie; è stata per vari motivi una prova professionale che ha visto tutti responsabilmente coinvolti per il Bene comune, nella convinzione che le nuove generazioni, così fragili e spesso disorientate, fossero defraudate di autentici momenti di relazione nelle quali crescere in umanità;

- auspica che da settembre non si replichi quanto è successo nei mesi scorsi, dove si è messo mano a riforme, sulla valutazione o sulla documentazione della disabilità o sul curricolo di educazione civica, in modo frettoloso e forzato, creando ambiguità all’interno di un sistema educativo-scolastico, stremato da tante pressioni;

- invita a riflettere sulle incertezze che sta generando il continuo cambiamento della normativa sulle immissioni in ruolo: pensare in modo frammentario a una decretazione in progress non può che produrre ricorsi e fibrillazioni all’apparato scolastico.

La scuola dell’autonomia pur rispettando le richieste che provengono dall’alto, ha bisogno di ritrovare se stessa, le sue specificità con l’intento di “aiutare le nuove generazioni, ben salde nel presente, a frequentare il passato e il futuro . . . per alimentare l’entusiasmo, far germogliare i sogni, suscitare profezie, far fiorire le speranze” (CEI, Educare, infinito presente. La pastorale della Chiesa per la Scuola. Roma 2020).

Come Associazione riteniamo opportuno, con questo pronunciamento, dare voce al lavoro che quotidianamente è portato avanti nelle nostre aule e rilanciare il ruolo centrale di una professione il cui mandato si fonda in primis su quel diritto ad apprendere sancito dalla Costituzione.

Solo una riflessività profonda e autentica potrà generare un’innovazione capace di cogliere le sfide del nostro tempo.  

Il comunicato dell'AIMC
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento