News
stampa

Le parole del Pontefice all'udienza del mercoledì

Durante l'udienza dedicata a ripercorrere il suo viaggio in Kazakistan, il Papa ha sottolineato come il Paese asiatico abbia fatto "scelte molto positive", come quella di dire "no" alle armi nucleari

Parole chiave: papa francesco (100)
Il Papa: la guerra porta alcuni a pensare alle armi nucleari, è pazzia

“I momenti solenni sono importanti, ma poi è l’impegno quotidiano, è la testimonianza concreta che costruisce un mondo migliore per tutti”. Così si è espresso il Papa durante l’udienza in Piazza San Pietro, incentrando la sua meditazione sul suo recente viaggio in Kazakhstan in occasione del settimo Congresso dei Leaders delle religioni mondiali e tradizionali.

Papa Francesco ha condannato ancora una volta la "pazzia" della guerra che porta alcuni a "pensare alle
armi nucleari"

“Questa iniziativa – ha spiegato Francesco – è portata avanti da vent’anni dalle Autorità del Paese, che si presenta al mondo come luogo di incontro e di dialogo, in questo caso a livello religioso, e quindi come protagonista nella promozione della pace e della fratellanza umana”. Nel ripercorrere le diverse tappe del viaggio il Pontefice ha sottolineato l’importanza di “mettere le religioni al centro dell’impegno per la costruzione di un mondo in cui ci si ascolta e ci si rispetta nella diversità”. “E questo – ha aggiunto a braccio – non è relativismo, no. È rispettarsi”. “Di questo – ha proseguito – va dato atto al Governo kazako, che, dopo essersi liberato dal giogo del regime ateistico, ora propone una strada di civiltà che tenga insieme politica e religione, senza confonderle né separarle, condannando nettamente fondamentalismi ed estremismi”.

Francesco ha quindi ricordato la Dichiarazione finale discussa e approvata dal Congresso, “che si pone in continuità con quella firmata ad Abu Dhabi nel febbraio 2019 sulla fratellanza umana. Mi piace interpretare questo passo avanti – ha rimarcato – come frutto di un cammino che parte da lontano: penso naturalmente allo storico Incontro interreligioso per la pace convocato da San Giovanni Paolo II ad Assisi nel 1986; penso allo sguardo lungimirante di San Giovanni XXIII e San Paolo VI; e anche a quello di grandi anime di altre religioni – mi limito a ricordare il Mahatma Gandhi. Ma come non fare memoria di tanti martiri, uomini e donne di ogni età, lingua e nazione, che hanno pagato con la vita la fedeltà al Dio della pace e della fraternità?”, ha concluso.

continua https://www.avvenire.it/papa/pagine/udienza-papa-francesco-21-09-2022

Fonte: Avvenire
Il Papa: la guerra porta alcuni a pensare alle armi nucleari, è pazzia
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento