Diocesi
stampa

Suor Bernardina ci ha lasciati

Un carisma particolare e l'attenzione al mondo che la circondava

Attenta ai giovani e ai nuovi Media

Il 24 ottobre 2020 il Signore ha chiamato improvvisamente a sé dalla Comunità “Maria Ausiliatrice” di La Spezia, Suor Bernardina BERTARELLI (Nata a Codigoro (Ferrara) l’8 ottobre 1936, Professa a Castelgandolfo (Roma) il 6 agosto 1963. Appartenente all’Ispettoria “Madonna del Cenacolo” La Spezia - Italia).

Nata in una numerosa famiglia di contadini all’ombra dell’Abbazia di Santa Maria di Pomposa, Bernardina è la nona di dieci figli. La soda fede sostiene l’infaticabile lavoro quotidiano dei genitori ed è trasmessa ai figli nella semplicità della vita. La sofferenza colpisce il suo cuore all’età di otto anni con la morte del padre in guerra. Le difficoltà non mancano: viene inserita in Collegi per orfani di guerra diretti da laiche a Volterra (Pisa) e a Colle Val d’Elsa (Siena). A Pescia (Pistoia) conosce delle FMA nell’Istituto “S. Michele”. Esuberante, vivace e creativa, è chiamata “la birichina di don Bosco”. La sua assistente, suor Maria Esposito, cogliendo in lei una grande sensibilità al bello e al vero, l’accompagnata nella ricerca del senso profondo della vita. Nel 1955 consegue il diploma di Abilitazione Magistrale.

A 25 anni, dopo un’esperienza lavorativa come impiegata, è accolta nell’Istituto FMA e il 31 gennaio 1961 è ammessa al Postulato a Livorno. Il 5 agosto di quell’anno inizia il Noviziato a Castelgandolfo, dove emette i primi voti il 6 agosto 1963. Supera con determinazione e tenacia momenti di difficoltà e sarà questo un impegno per tutta la vita.

Dopo la Professione suor Bernardina insegna nella Scuola Elementare, prima a Livorno “S. Spirito” (1963-1964), poi a Livorno Colline (1964-1972). La sua presenza fra le alunne è accogliente, sempre attenta a far esprimere tutto ciò che di positivo ognuna ha e a guidarle ad apprezzare la bellezza della natura. Dal 1972 al 1974 continua il suo impegno di insegnante anche di Educazione fisica a Montecatini Terme (Pistoia). Per un anno è a Firenze e poi nuovamente a Livorno Colline dove, oltre all’insegnamento, le viene affidata la responsabilità della PGS (Polisportive Giovanili Salesiane).

Seguono 20 anni a Livorno “S. Spirito” (1981-2001) dove esprime il meglio di sé in molti incarichi. Oltre che insegnante nella scuola elementare, dal 1982 è responsabile regionale delle Polisportive Giovanili salesiane. Dal 1987 è pure incaricata dell’Oratorio-Centro Giovanile e dal 1999 responsabile dell’Ufficio stampa. Nei 20 anni presso l’Istituto Santo Spirito è stata promotrice ed organizzatrice entusiasta di manifestazioni importanti come il Carnevale della Scuola Cattolica (che ha visto per molte edizioni le strade cittadine popolarsi di maschere delle allora numerose scuole di ispirazione cristiana), la settimana dello sport 8che coinvolgeva tutte le suole cattoliche della città), la Sgambata (appuntamento tradizionale che ha promosso in collaborazione con l’AGeSC). Negli innumerevoli impegni mantiene il desiderio di essere aperta al bello, al nuovo, di stare al passo con i tempi. Interessata alle nuove tecnologie per coinvolgere molte persone alla comunicazione sana e ricca di contenuti, dal 2000 crea un suo blog e raggiunge grandi numeri di visualizzazioni. Viene apprezzata e più volte intervistata a Rio Marina. TV La 7 ha presentato un servizio dal titolo: “Una suora in rete”. (https://l.facebook.com/l.php?u=https%3A%2F%2Fwww.la7.it%2Finnovation%2Fvideo%2Funa-suora-in-rete-27-12-2011-97715%3Ffbclid%3DIwAR32uAhRJdoUQbs0XERnNri8Hy7gwjY_1ppRN-mg3Vc7irQB_bnY2iliIrI&h=AT0uTk77kRvmmzO2KzyXGvqMJQvnjIop4Y9I4XBfFn3m32lfiyOiwUF3-XIFwq0Ovol32LisGhyR3qk9l2Fiw6fzhdp9NHdwaw5dzlTUqbYe6i4nv_qb9FFKLiVWIPH-9Hn2)

Dopo il 2001 la troviamo in varie comunità dell’Ispettoria Emiliana-Ligure-Toscana: a Montecatini Terme come vicaria e delegata del Vides locale, a La Spezia come aiuto nella Segreteria ispettoriale, a Genova per attività di segreteria al CIOFS-FP, a Rimini come insegnante di Informatica nella Scuola Elementare, offrendo la sua abilità nella tecnologia elettronica alle sorelle che lo desiderano. Per un anno (dal 2009 al 2010) è a Roma Casa “Madre Ersilia Canta” con l’incarico di insegnare la lingua italiana alle studenti estere. Per due anni è a Rio Marina dedita alla Pastorale giovanile. Nel 2012 approda a La Spezia, in Casa Ispettoriale, con vari compiti: autista, refettoriera e delegata delle Ex-allieve. La sua presenza è significativa: servizievole, disponibile, attenta a superare se stessa per farsi dono. Nelle ricorrenze o negli eventi celebrativi, dà il tocco di festa esprimendo la sua vena artistica e la sua ricchezza interiore coinvolgendo tutte. Nel pomeriggio del 24 ha pubblicato su Facebook una preghiera a Maria Ausiliatrice: l’ultimo suo contatto attraverso i Social.

Suor Bernardina era una donna aperta alle esigenze del mondo attuale, sensibile al bello, che riusciva a catturare sia con la cinepresa, sia con la macchina fotografica, alla continua ricerca di documentare il vissuto. Ci ha lasciate proprio il 24 dopo un improvviso malore avvertito durante il suo servizio in portineria. Chiamate con urgenza l'automedica e l'ambulanza, vani sono stati i tentativi di rianimarla, per cui è stato dichiarato alle 19.17 il decesso per probabile arresto cardiaco o embolia. Alle 17.00 era stata con tutta la comunità in Chiesa a pregare il Rosario.

Una certezza: Maria l'ha accompagnata all'incontro con il Padre. Le affidiamo le sorelle della comunità, dell’Ispettoria e i giovani perché sappiano rispondere con responsabilità alle sfide dei tempi.

*Ispettrice

  

Attenta ai giovani e ai nuovi Media
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento