Un circolo virtuale. L’idea al congresso MCL

Si è tenuto all’Alma pace il Congresso Provinciale di Livorno del Movimento Cristiano Lavoratori, conclusosi con la Santa Messa celebrata dal Vescovo Giusti. L’omelia è stata, come sempre l’occasione per offrire consigli e fornire stimoli per l’azione del movimento, a livello locale ma non solo, nei prossimi mesi.
Particolarmente interessante, e stimolante, è la sfida che ci è stata posta rispetto all’ideazione di un circolo, con relativo sportello lavoro, virtuale.
La Diocesi, infatti, ha lanciato nelle settimane scorse una parrocchia virtuale con cui è possibile imbatterci navigando sui principali social network a partire, ovviamente, da facebook.
La Chiesa, insomma, diventa social e scommette sulla sua capacità di mettersi in ascolto del proprio popolo scegliendo la via del web.
Viene, quindi, da chiedersi come noi ci possiamo porre rispetto a questa dinamica. Probabilmente questo sarà anche un tema cruciale del nostro prossimo congresso. Come affiancare a quelle tradizionali, come i circoli, nuove forme di partecipazione in grado di essere al passo con i tempi che stiamo vivendo?
La sfida è sia culturale che organizzativa e ci chiede di ripensare, almeno in parte, il nostro modo di operare e di essere presente e di fare testimonianza.
Già nelle prossime settimane, come Movimento, ci confronteremo con i responsabili di questo progetto in Diocesi per individuare gli strumenti piu’ adatti a vincere questa scommessa che speriamo di vincere.
Se, infatti, il tentativo dovesse avere successo questo potrebbe rappresentare una buona pratica da provare, pur con le dovute differenze, ad implementare anche in altre realtà.

Giancamillo Palmerini

2 novembre 2018