L’accolito: colui che partecipa al Sacrificio del Signore

«Questo ministero vi impegni a vivere sempre più intensamente il Sacrificio del Signore e a conformare sempre più il vostro essere e il vostro operare».
Con queste parole il Vescovo, ieri sera, durante la Liturgia dell’Istituzione dell’Accolitato, ci ha esortato a camminare e a farlo sempre in modo nuovo e consapevole. Una celebrazione semplice e, insieme, bella, perché ha visto, nella cornice della Chiesa di Santa Caterina, la presenza dei giovani, riuniti per l’incontro mensile della Scuola della Parola. Durante questi giorni, preparandoci a ricevere questo Ministero, anche noi, ci siamo chiesti: chi è l’Accolito?

L’Accolito è colui che partecipa al Sacrificio del Signore, la Divina Eucaristia. In questa Quaresima, in particolare, stiamo vivendo la scuola del sacrificio: sulla Croce Gesù si offre per noi. Questo Ministero, allora, ci impegna ancora di più a vivere, con i nostri fratelli e le nostre parrocchie, la centralità della Santa Messa: la Messa diventa tutto, in quanto essa è il memoriale del dono fatto da Gesù sulla Croce.

L’Accolito, poi, è colui che si offre di servire alla Mensa del Signore: con questo rito, infatti, nostro compito è la preparazione dell’Altare e la distribuzione della Santa Comunione a tutti i fedeli, anche malati. Si tratta di una grande responsabilità: portare il Corpo di Cristo. Questo compito importante ci impegna, per questo motivo, anche a diventare Corpo di Cristo, ovvero ad essere in comunione con la Chiesa e a capire che, questo nostro Ministero, è solo un servizio e non una conquista.

 

 

 

Questo grande dono ci impegna profondamente a continuare, con maggiore serietà e forza, il nostro cammino di formazione. Aumenta in noi il desiderio di ricordare i segni compiuti da Dio nella nostra vita. Ci spinge ad amare, con  la mente e con il cuore, la nostra Diocesi di Livorno. Ci ricorda, infine, che la nostra vita deve essere degna del servizio alla mensa del Signore e della Chiesa.

In questa circostanza gioiosa, ci sembra importante fare alcuni ringraziamenti al nostro Vescovo Simone e i nostri formatori don Paolo e don Simone, per averci dato fiducia e per la loro presenza quotidiana. Un altro grazie speciale, va alle nostre comunità parrocchiali di Santo Stefano in Castelnuovo della Misericordia e di Sant’Anna in Quercianella, nonché al Gruppo Scout Livorno 10.

Matteo Giavazzi e Alessandro Merlino

Livorno 13/03/2018