Caritas Livorno: ecco come donare dopo il trasferimento alla nuova struttura

È avvenuto lo scorso 21 dicembre il trasferimento della Caritas di Livorno dagli storici locali di via delle Cateratte al nuovo complesso del Villaggio della Carità, in via Giorgio La Pira n. 9.

Opera segno del Giubileo della Misericordia, il Villaggio della Carità offre ambienti più ampi, funzionali e accoglienti, capaci di assorbire l’aumento delle richieste di aiuto registrato in questi anni dalla Caritas e di sostenerne i progetti di innovazione.

Gli uffici, i locali dedicati alla formazione e, soprattutto, la mensa sociale sono già operativi nella nuova sede.

Restano per il momento nella vecchia sede di via delle Cateratte 15 il centro di ascolto e il servizio di igiene e cura della persona (docce e guardaroba), il cui trasferimento è previsto a metà 2019, quando saranno ultimati i lavori di un nuovo edificio, interamente dedicato a questi servizi, nell’area del Villaggio della Carità.

In conseguenza di questo provvisorio assetto, le donazioni in cibo potranno, d’ora in poi, essere consegnate direttamente alla mensa di via La Pira tutte le mattine e nei pomeriggi dal lunedì al venerdì entro le 17.30. Restano attivi i cassonetti per il conferimento degli abiti in via delle Cateratte, che si trovano sul marciapiede opposto al Porto di Fraternità (numero civico 13/15) presso il quale, nelle mattine di lunedì, martedì, giovedì e venerdì (dalle 9 alle 13), sarà inoltre possibile consegnare abbigliamento o altri beni (prodotti per la prima infanzia, materiale scolastico etc) direttamente al personale della Caritas.

“Ci teniamo a informare la popolazione- dice suor Raffaella, presidente della Fondazione Caritas Livorno- per garantire a chi dona che i frutti della sua generosità siano distribuiti in modo equo e responsabile. Il nostro compito è moltiplicare ogni dono, evitando che tra le persone più bisognose prevalga, come spesso accade, la legge della strada, per la quale i più forti e i più spregiudicati hanno spesso la meglio sugli altri”.

dal sito caritaslivorno.it

8 Gennaio 2019