Burkina Faso. Assassinati altri 4 cattolici in processione con la statua della Madonna

Quattro cattolici che trasportavano una statua della Vergine Maria in una processione sono stati uccisi da alcuni uomini armati nella regione centro-settentrionale del Burkina Faso. Lo riferisce l’agenzia stampa Burkina (Aib).

Il gruppo era di rientro nella città di Singa, nella provincia di Bam, dalla vicina Kayon, situata a circa dieci chilometri, quando una decina di loro è stata intercettata da uomini armati. Gli aggressori – ha spiegato Aib che cita fonti locali – hanno lasciato fuggire i bambini che partecipavano alla processione, assassinando quattro adulti e distruggendo la statua.

Il giorno prima altri sei cristiani erano stati uccisi in un attacco contro una chiesa nella città di Dablo, sempre in Burkina Faso.

Un altro attacco contro i cristiani è avvenuto ieri nel vicino Niger, ai danni della parrocchia di Dolbel, a 200 chilometri dalla capitale Niamey, nella zona Songhai-Zerma. Lo riferiscono fonti missionarie all’Agenzia Fides. Il parroco, Nicaise Avlouké, è stato ferito a una mano e alla gamba. «Da tempo c’erano “rumori” di possibili attacchi alla parrocchia e ai preti in particolare. Quest’ultimo fatto non fa che confermare il deterioramento della situazione della sicurezza nella zona frontaliera con il Burkina Faso» commentano le fonti. «Le forze di sicurezza appaiono poco preparate a questa nuova tappa del terrorismo saheliano».

In Niger non si hanno ancora notizie di padre Pier Luigi Maccalli, il missionario rapito tra il 17 e il 18 settembre 2018.

14 maggio 2019